Dott. Nicola Sorrentino

Specialista in Scienza dell'Alimentazione e Dietetica

RASSEGNA INTERNET

Nicola Sorrentino, nuovo libro terapie e aiuti per il gonfiore

Tratto da corriere.it articolo del 1/02/2018

L’ultima fatica del nutrizionista “Siamo gonfi non siamo grassi” dà consigli e prevede 4 diete diverse: “Pancia piatta”, “Gambe sgonfie”, “Taglia una taglia”, “Acqua amica”



Che Nicola Sorrentino scriva un libro non è più una notizia. Ne ha scritti tanti di successo. Del resto il suo curriculum parla chiaro: laurea in Medicina e Chirurgia, specializzazione in Scienza dell’Alimentazione e Dietetica, e pure in Idrologia, Climatologia e Talassoterapia. Docente all’Università, e molto altro. Inoltre, nel suo studio a Milano sono passate e passano ancora oggi – anche se lui non lo ammetterà mai – numerose star della tv, del cinema e della canzone italiana e internazionale.

Un po’ di ironia
Perché a lui non interessa dare una buona dieta e basta. Lui cura un’alimentazione corretta, fa fare esami clinici se servono, presta attenzione alla psicologia della persona , alla sua armonia e bellezza complessiva. Il tutto anche con la simpatia e l’ironia napoletana che lo contraddistingue. Ed è proprio grazie all’ironia che è nato il suo ultimo libro ”Siamo gonfi non siamo grassi” edito da Mondadori. “Tante volte quando vengono i pazienti nel mio studio – racconta Sorrentino – mi dicono che sono gonfi. Allora io li invito a sedersi sul lettino e a prendersi in mano il loro gonfiore….Quando si ritrovano tra le mani un rotolino di ciccia, capiscono che non si tratta di aria…”. Ecco cerca di regalare qualche sorriso il professore che però sa bene che tutti questi problemi di gonfiore – presunto o reale – sono davvero fastidiosi e in taluni casi pericolosi per la salute. Dunque vanno osservati e studiati con grande attenzione.

Quando non stai bene con te stesso
Spiega Sorrentino: “Il senso di gonfiore in realtà è un problema serio soprattutto perché non ti fa star bene con te stesso. Il gonfiore può essere dovuto a un’alimentazione sbagliata, a uno scompenso ormonale, alla menopausa, alla ritenzione idrica, a una mancanza di movimento. Il gonfiore addominale, ad esempio, si accompagna spesso a sintomi gastrointestinali come meteorismo, crampi o stitichezza, oppure a cefalea. La ritenzione idrica è un disturbo molto diffuso, che colpisce milioni di persone, non solo donne, spesso dovuto a uno stile di vita sbagliato”. Una prima disamina che affronta il nutrizionista è distinguere le problematiche femminili da quelle maschili. Poi suggerisce soluzioni per ciascuna persona, ma sempre legate a un sano stile di vita: igiene alimentare, dieta, attività fisica.

Quattro diete diverse
Le diete che infatti si trovano nel libro sono quattro, specifiche per il raggiungimento di diversi obiettivi: “pancia piatta”, “gambe sgonfie”, “taglia una taglia in menopausa” e “acqua amica” e ciascuna è della durata di 7 giorni. Se le osservi con rigore, stai subito meglio. Sì, Sorrentino dà una speranza: dal gonfiore si guarisce. Quella orribile sensazione dell’elastico che stringe la vita e ci innervosisce se – e sottolineiamo se – si rispettano i consigli alimentari del professor Sorrentino si può vincere. L’importante è non sgarrare. Naturalmente nel libro si trovano tanti consigli utili, approfondimenti medico scientifici, indicazioni per un corretto stile di vita.

La tabella Fodmap
Ma c’è una tabella che può essere utile davvero a tutti: magri, grassi, gonfi, sgonfi, maschi e femmine. Perché aiuta a stare meglio L’ha chiamata “La mia tabella Fodmap”. E prevede cibi amici e cibi nemici della pancia piatta.

Gli amici della “pancia piatta”
• Acqua non gassata • Agrumi, lamponi, fragole, mirtilli, kiwi, uva (in piccole quantita), ananas (in piccole quantita), banana (in piccole quantita) • Carni magre e pesce • Carote, coste, fagiolini, lattuga, melanzane, patate, peperoni, pomodori, zucchine, zucca, broccoli (in piccole quantita), finocchi • Cioccolato fondente • Cipolla, aglio, porro, scalogno, origano, erba cipollina, basilico, prezzemolo e rosmarino (solo come aromi) • Latte e yogurt (soia, riso, mandorle) • Mandorle, noci, pinoli • Olio extravergine d’oliva, aceto, aceto balsamico, salsa di soia, senape • Parmigiano, pecorino, tofu e feta • Riso, mais, avena, grano saraceno, quinoa, amaranto e miglio • Soia e piselli • Spezie (zenzero, curcuma, pepe, peperoncino) • Uova • Vino (1 bicchiere)

E i nemici “giurati”
• Alcol, birra, vino (se oltre 1 bicchiere) • Alcuni dolcificanti artificiali • Asparagi • Avocado, albicocca, ciliegia, cocomero, cachi, fichi, mango, mela, mora, pera, pesca, prugna • Bevande gassate o troppo zuccherine • Carciofi • Ceci, fagioli e lenticchie • Cicoria • Cotture elaborate e salse ricche di grassi • Frutta secca e pistacchi • Funghi • Grano, frumento, orzo, farina (bianca, integrale e di legumi), kamut, segale e semolino • Latte, formaggi e derivati del latte • Marmellata • Miele • Verze, cavoli, crauti, cetrioli • Zucchero